Testimonianze

Testimonianza di Riccardo, socio Elsa Trento e selezionato per uno STEP

1. Raccontati brevemente
Sono Riccardo, mi sono laureato già da qualche tempo in giurisprudenza. Appartengo al gruppo di Elsa Trento. Sono sempre stato interessato all’estero, all’idea di lavorare in studi internazionali o comunque organizzazioni internazionali. Avevo già affrontato l’esperienza dell’Erasmus e mi ero trovato molto bene, ma ho deciso di partire dopo la laurea provando anche lo STEP per fare un’esperienza diversa. Se dovessi elencare le caratteristiche che mi hanno spinto a compiere questa scelta, fra tutte, hanno vinto la curiosità e la voglia di vedere zone diverse da quelle che vediamo di solito. Ho scelto Elsa per l’offerta, le destinazioni e anche per le modalità di gestione degli scambi. E’ l’unica organizzazione di quelle che conosco io che cura tutta la procedura ma soprattutto ha dei rapporti affidabili con i datori di lavoro. Questo ti permette di arrivare tranquillo, senza trovarti spaesato, anche perché i contatti ti vengono forniti prima di partire! La stessa offerta è molto dettagliata, così prima di compiere la scelta non si è costretti a prendere contatti diretti con il datore di lavoro poiché è il responsabile della sezione locale o nazionale a farlo. Nella quotidianità sarebbe molto difficile fare una tale esperienza senza raccomandazione alle spalle oppure senza perdere davvero tanto tempo.

2. Lati negativi
Per quanto riguarda i lati negativi, secondo me non ci sono stati, o forse, sono stati proprio minimi e principalmente legati alla fase iniziale, quella di doversi orientare in un paese nuovo totalmente, con lingua diversa! Tutto questo è stato superato però grazie al comitato di accoglienza che caratterizza lo STEP, cioè i membri del direttivo locale nel luogo dove lo STEP si svolge.

3. Lati positivi
L’esperienza lavorativa consente di imparare molto per quanto riguarda le competenze. È sicuramente anche un’ottima esperienza di vita in quanto si fanno molte amicizie, si può viaggiare molto e scoprire luoghi che nemmeno con un viaggio si riuscirebbero a vedere. Si scopre un nuovo modo di pensare che è stimolante a tal punto che per la maggior parte si mantengono i contatti con lo studio ospitante, anche pro futuro.

4. Lo studente Elsiano ha effettivamente una marcia in più?
Questa esperienza migliora di molto il curriculum, se una persona accetta di partire per lo STEP, per esempio in luoghi poco frequentati, incuriosisce il datore di lavoro! Consente di parlare anche di altro in un tipico colloquio di lavoro. Inoltre se dalle valutazioni risulta che si è lavorato bene, l’impressione sarà ottima e si verrà considerati molto di più di altri candidati..dovremmo considerare che oramai non esistono quasi più studi legali che non abbiano contatto con il mondo transnazionale. Non è una perdita di tempo! Un programma del genere, come lo STEP, può fare la differenza.